Quando le malattie sociali invadono il web

La televisione è lo specchio della società? Non più, oggi abbiamo il web 2.0 che permette ad ognuno di noi di condividere con il resto del mondo (almeno in teoria) contenuti, foto, video e, soprattutto, idee. Ecco, è questo il vero motore che permette alla rete di classificarsi come la vera rivoluzione del XXI secolo: la possibilità di dare voce ad ogni singolo individuo e far viaggiare i contenuti con facilità, senza alcun filtro. E se nel flusso comunicativo di internet e dei social network finissero anche le morbosità dello spirito umano, le perversioni dell’anima, in una parola le idee cattive dell’uomo? Avrebbero diritto anch’esse ad essere veicolate insieme alle altre o si dovrebbe creare una membrana digitale capace di fermare ogni batterio che già infetta la realtà in cui viviamo?

Leggi l’articolo su Comunitazione

Annunci

2 pensieri su “Quando le malattie sociali invadono il web

  1. Bel post. A volte mi sembra davvero di poter credere negli alieni, ad esempio nei grigi, che secondo alcuni sarebbero esseri molto simili a noi, mutati geneticamente a seguito di sconvolgimenti di vario genere sino a divenire incapaci di riprodursi se non per “ibridamento” e, soprattutto, assolutamente neutri. Né buoni né cattivi, incapaci di provare sentimenti o emozioni, cibernetici nel senso più deleterio del termine. Chissà, forse finiremo così anche noi, a furia di censurarci e di suddividere le nostre pulsioni in positive e negative. O forse quei grigi siamo proprio noi tra qualche millennio, ormai capaci di viaggiare nel tempo e di ritornare alle nostre origini per rimediare ad un tragico errore: quello di aver discriminato troppo.

  2. Il punto è che siamo soliti a dare la colpa ai social network (o alla televisione e a Marilyn Manson) per quello che ci mostrano… ma in effetti siamo noi a “fare” il mezzo di comunicazione. Noi lo riempiamo di contenuti… e probabilmente lo riempiamo male!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...