Il Signore dell’Industria

Riccardo Esposito – Saruman, il più potente fra gli Istari, il capo dell’Ordine degli Stregoni tradisce le aspettative della Compagnia dell’Anello e si allea con il loro principale nemico, Sauron, mettendo a disposizione dell’oscuro signore tutta la sua immensa conoscenza tecnica. Un cambiamento che tiene fede alla tradizione narrativa che suggerisce il personaggio “cattivo” come più propenso ad opere di ingegno tecnico-scientifico (basti pensare alla mela avvelenata di Biancaneve, frutto della natura modificato in artefatto sterminatore dal morboso desiderio di arrivismo della strega) e che rappresenta allo stesso tempo la base sulla quale si articola il seguente lavoro comparativo. Un’analisi diretta, più che a soffermarsi sugli innumerevoli dettagli del complesso narrativo, verso l’individuazione dei possibili collegamenti che intercorrono tra Saruman nel momento in cui abbraccia la fede della ragione sistemica e il soggetto illuminista, teorizzato dagli esponenti della Scuola di Francoforte Theodor Adorno e Max Horkheimer nel celebre testo “Dialettica dell’illuminismo”, impegnato nel congedarsi da ogni autorità e affermare la sua autonomia razionale.

Leggi il saggio su Mediazone